Confraternita di San Carlo Borromeo

Sessa Aurunca - Caserta

LA VOCE DEL PRIORE

Carissimi Confratelli e Consorelle,

in occasione dell'anno giubilare per il 400° anno dalla fondazione della Confraternita di San Carlo Borromeo ciò che ci spinge a vivere sempre di più la vita confraternale è proprio l'esempio di San Carlo per riscoprire la vera via dell'umiltà, che si percorre compiendo non la nostra, ma la volontà di Dio.

Ed è questo l'invito che bussa oggi prepotentemente anche alle nostre esistenze.

Siamo chiamati ad  esaminare, ogni giorno, la nostra coscienza davanti a Dio, per essere imitatori di Cristo Crocifisso, che adoriamo, insieme all'intera citta di Sessa, seguendo l'esempio di San Carlo.

Siamo chiamati a comprendere, come ci ricorda Papa Francesco, il Mistero di Dio che ha svuotato se stesso  per amore degli uomini e ci invita a liberare il cuore dall'adorazione idolatrica di noi stessi.

Solo così otterremo la guarigione dalla "peste" diffusa nel nostro tempo, rappresentata dalla sottile tentazione di trasformare le pietre in pane, senza accogliere la Parola di Dio, vero nutrimento dell'anima.

Sessa Aurunca, 6 gennaio 2015

Il Priore
Avv. Gianluca Sasso

NEWS

  • Presentazione della pubblicazione del libro edito dalla Confraternita di San Carlo Borromeo. Si terrà [Read more...]
  • Il vescovo ausiliare di Milano a Sessa Aurunca per il IV centenario della Confraternita di S.Carlo Borromeo. Quattrocento anni di vita consacrata nel segno  [Read more...]
  • Gioacchino Toscano è tornato alla casa del Padre. La mattina del 3 luglio scorso, dopo lunga e [Read more...]
  • Nicodemo, l'adoratore notturno di Gesù La prima iniziativa organizzata dalla Confraternita [Read more...]
  • Concerto di Natale Un nuovo evento è stato organizzato dalla Confraternita [Read more...]
  • Mons. George Gänsweine Apre l'anno giubilare del 400° [Read more...] 

Chiusura dell'anno Giubilare della Confraternita di San Carlo Borromeo celebrato per i 400 anni dalla sua fondazione.

Quaresima 2016 - In cammino verso la Settimana Santa. Messaggio del vescovo O. F. Piazza